L’acquisto di un infisso può essere ecologico ed etico?

Certamente si. La scelta degli infissi di casa è una questione assolutamente ecologica per molti aspetti. Prima di tutto un prodotto di qualità superiore riesce a diminuire in modo significativo il fabbisogno energetico dell’abitazione, andando a ridurre il calore nei mesi estivi e il freddo in quelli invernali. Un infisso in legno, per esempio, è un ottimo prodotto che risulta non solo riciclabile, ma anche rinnovabile. Porte e finestre in legno sono prodotti che durano molto tempo, sono funzionali, ecologici e sostenibili dal punto di vista etico.

Come si può capire se un prodotto è affidabile o no?

Nel campo degli infissi esistono specifiche normative e leggi. Ogni aspetto di porte e finestre è regolato da severe restrizioni e test fatti al momento della produzione che ne certificano la qualità e le caratteristiche. Alcune importanti certificazioni sono per esempio CasaClima, nata dopo la nascita del protocollo di Kyoto in ottemperanza alle nuove direttive della Comunità Europea sul tema della certificazione energetica degli edifici. Un altro importante metro di giudizio è anche la certificazione IFT di Rosenheim, istituto tedesco che si occupa nello specifico di finestre e della valutazione complessiva della loro costruzione e materiali, comprese le prove anti-incendio. Per quanto riguarda le porte blindate, invece, esistono molteplici certificazioni che ne determinano qualità, fonoassorbenza, resistenza all’acqua, alle effrazioni, al vento e allo scambio termico, le cosiddette UNI EN 1627-1628-1629-1630.

Qual’è il significato di “posa in opera”?

Si intende per “posa in opera” tutta quella serie di procedure di montaggio e installazione necessarie per poter usufruire di un infisso. Si tratta in buona sostanza dei lavori, eseguiti da professionisti, volti a “posare” una porta o una finestra nella loro sede. Consideriamo l’importanza della “posa in opera” per le performance tecnologiche di un infisso come fondamentale per rispettare sia tutte le caratteristiche del prodotto, sia per renderlo perfettamente durevole nel tempo. Inutile infatti acquistare un infisso di alta qualità se poi la “posa in opera” non è efficiente.

Come si forma la condensa e perchè?

La formazione di condensa all’interno delle finestre o sui muri è un fenomeno fisico comune che può portare alla formazione di muffe nell’abitazione. La condensa si forma quando la differenza di temperatura tra esterno e interno è molto elevata e l’umidità è troppo alta. Pensiamo a fenomeni ai quali siamo tutti abituati come per esempio l’appannamento degli occhiali (freddi) entrando in un luogo chiuso (caldo), oppure la condensa sugli specchi del bagno dopo aver fatto la doccia. Per ovviare a questo inconveniente è necessario avere una buona ventilazione della casa e degli infissi di qualità.

Garanzia sugli infissi, come funziona?

L’Italia è sicuramente uno dei paesi più avanzati sotto il punto di vista della tutela del consumatore. Esiste addirittura una norma che regola la “Posa in opera”, chiamata  UNI 10818 che appunto detta la metodologia corretta per eseguire i lavori. Per quanto riguarda la garanzia legale ci deve rifare al codice del consumo dlg 206/5 che impone al venditore di consegnare i beni acquistati in modo “conforme” alle loro caratteristiche, ovvero possedendo le qualità pubblicizzate, descritte dal venditore e idonee all’uso che ne deriva. Anche la posa in opera è tutelata dalla garanzia: una errata o imperfetta installazione è equiparata a un difetto di conformità e ne risponde direttamente la ditta che ha eseguito il lavoro.