Dubbi, domande e curiosità al momento dell’acquisto di nuovi infissi sono quasi sempre le solite. Abbiamo quindi deciso di farne un riassunto per aiutare i lettori nella scelta e nella decisione riguardo a finestre, porte e altro.

Decidere il materiale

Uno dei primi step da superare è la scelta del materiale utilizzato per la creazione degli infissi. Ne esistono tantissimi e ognuno con i suoi vantaggi e svantaggi, differenze nella manutenzione, durata nel tempo e resistenza alle effrazioni. Questi sono i più utilizzati attualmente:

  • Legno e assimilati
  • PVC
  • Materiali in acciaio
  • Alluminio

Ognuno di essi da prestazioni molto diverse. Per quanto riguarda l’isolamento termico, ad esempio, oppure l’isolamento acustico. Inoltre la pulizia e la manutenzione risulteranno decisamente diversi l’uno dall’altra, facendoli durare in modo nettamente differente.

Caratteristiche principali degli infissi da considerare

Quando parlavamo di “performance” di porte e finestre ci riferivamo a un insieme di valori che ne costituiscono la struttura, la qualità e la prestanza nei vari campi. Questi sono quelli principali da considerare in fase di acquisto:

  • Tenuta dell’aria e del vento
  • Isolamento termico
  • Sicurezza
  • Funzionalità
  • Estetica
  • Isolamento acustico

Isolamento acustico

Il secondo elemento da considerare è sicuramente quello dell’isolamento acustico. A seconda del fatto se l’abitazione si trovi in città o in campagna, la necessità di avere un infisso piuttosto che un altro può cambiare drasticamente. Esistono dei valori specifici che indicano la qualità dell’isolamento acustico, e ovviamente consigliamo quello massimo in caso di abitazioni situate nei centri urbani o vicine a fonti di rumore. Per le case isolate o in campagna, invece, si può optare per infissi più leggeri e con un coefficiente di isolamento inferiore. I rumori di uccellini o di un ruscello, infatti, possono risultare altresì piacevoli all’udito.

Isolamento termico

Una delle caratteristiche più importanti di porte e finestre è sicuramente quella di proteggere dalle temperature, sia quelle più alte che quelle basse dell’inverno. Un buon infisso gode di un coefficiente di isolamento termico elevato, fattore che riesce a garantire inverni temperati ed estati fresche all’interno della struttura. Calcolate che, normalmente, una finestra con basso isolamento termico disperde fino al 25% dell’energia. Questo significa sprecare, in media, il 25% della bolletta relativa al riscaldamento o il raffreddamento. Ecco perchè avere degli infissi che isolino bene dalle temperature estreme è principalmente un fattore di risparmio energetico.

Sicurezza degli infissi

Si tratta di una delle richieste più frequenti nel momento dell’acquisto di porte e finestre. Esiste un grado di valutazione molto preciso per capire il livello di sicurezza, altrimenti detto anti-effrazione. Porte e finestre, infatti, rappresentano il punto di accesso all’abitazione. Sia per noi, che per eventuali malviventi che volessero entrarvi. Per aumentare la sicurezza generale della casa è quindi importante scegliere porte e finestre robuste, sicure e resistenti ai tantativi di scasso. Le finestre più sicure sono quelle con 4 punti di chiusura, dei quali due dedicati esclusivamente alla sicurezza.

Design

Porte e finestre sono sempre più spesso oggetti di design che convivono con la casa e il suo arredamento. Se è vero che in passato gli infissi rappresentavano perlopiù un sistema di difesa dell’abitazione, in tempi “di pace” lo sviluppo degli stessi come oggetti complementari all’arredamento si è sviluppato in modo esponenziale. L’utilizzo di svariati materiali, elementi e tecnologie su porte e finestre permette di poter creare l’infisso che più si avvicina alle esigenze di ognuno. I prezzi, oltretutto, sono modulari e cambiano in base a tantissimi fattori ed elementi.