Le scale, così come ogni altro elemento della casa, contribuiscono a valorizzare l’arredamento e l’estetica generale dell’ambiente in cui viviamo. Servono a connettere due piano in dislivello e possono essere catalogate in base alle varie tipologie esistenti sul mercato. Le principali differenze tra un prodotto e l’altro nascono dai materiali utilizzati per la loro costruzione. Cerchiamo di capire quale tipo di scala fa al caso nostro.

Scale prefabbricate

Una delle differenze più sostanziali tra tutti i vari tipo di scale è quella tra prodotti in muratura e prefabbricati. Laddove il primo tipo viene costruito insieme alla casa e solitamente utilizza gli stessi materiali di quest’ultima, i modelli prefabbricati possono essere assemblati e montati con qualsiasi tipologia di elemento.

Queste due modalità di costruzione delle scale differiscono anche per un altra caratteristica: il prezzo. Mentre le scale in muratura seguono il normale prezzo delle materie utilizzate per tutta la casa (generalmente costi abbastanza alti), quelle prefabbricate sono interamente modulabili sia nella costruzione che nei materiali, regalando un ventaglio di possibilità infinite che poi incide anche sul prezzo finale, molto più personalizzabile.

Scale interne a giorno

L’obiettivo delle scale a giorno è sicuramente quello di farsi notare all’interno dell’ambiente dove viviamo. Non si nascondono e per questo solo solitamente costruite con materiali di pregio che arricchiscono la casa sia in senso estetiche che di valore. Si usa principalmente il legno, che può essere trattato in molti modi e assumere svariate forme e colori in base all’esigenza personale e della stanza. Gradini rettangolari, quadrati, a parallelepipedo o triangolari. Incastrati nel muro o nella colonna portante della casa, l’importante è appunto che risultino ben visibili e apprezzabili in ogni momento.

Possono essere costruite a singola rampa o a doppia rampa, in caso abbiate molto spazio o un salone talmente grande da poterle alloggiare. Solitamente, infatti, quest’ultima tipologia viene installata in grandi ville e case coloniali d’epoca, notoriamente ricche di spazi.

Scale a chiocciola

Tutti sappiamo cosa siano le famose “scale a chiocciola”, ormai un must in tante case italiane. Sono scale adatte ad appartamenti e a tutte quelle situazioni dove lo spazio non è abbastanza per posizionare scale a giorno. Le scale a chiocciola si avvitano su loro stesse su un perno centrale e possono avere molti tipi di pendenze in base al dislivello che dobbiamo coprire e lo spazio a disposizione. Sono anche ideali per collegare il piano terra con soppalchi o piani rialzati, senza ingombrare ulteriormente uno spazio già ridotto.

Le scale a chiocciola possono essere costruite con o senza piantone centrale. E’ essenzialmente una questione di gusti personali e di estetica dell’arredamento, ma la scelta può dipendere anche dallo spazio a disposizione e dai materiali scelti.

Scale a pioli

Solitamente realizzate in legno, le scale a pioli sono una tipologia abbastanza economica e adatta ad ambienti rustici in cui prevale l’utilizzo del legno come materiale da costruzione. Possono essere utilizzate per collegare piccoli dislivelli e solitamente le troviamo all’interno di una stanza per poter accedere a soppalchi, mansarde e spazi posizionati in alto.

Scale moderne e hi-tech

Al contrario delle “povere” scale a pioli, destinate principalmente ad ambienti rustici e classici, esiste la possibilità di montare delle scale con materiali e design decisamente più moderni per adattarsi ad appartamenti di questa tipologia.

Nella costruzione di scale di tipo moderno l’attenzione è rivolta tutta sui materiali e sul design. Il legno lascia spazio a vetro e acciaio, e lo stile diventa il punto cruciale della loro essenza. Per quanto riguarda le “pedate” è possibile usare materiali come il gres porcellanato, il cristallo o il vetro lavorato con un particolare procedimento che lo rende molto resistente.