La scelta della tipologia di legno

Se c’è un vantaggio su tutti che il legno sa offrire è proprio quello di essere un materiale poliedrico e molto eterogeneo. Esistono infatti innumerevoli tipologie di legno e altrettante lavorazioni applicabili ad esso. In pratica, le combinazioni tra materiale, consistenza, colore, caratteristiche e lavorazione sono pressoché infinite e si adattano a qualsiasi esigenza e gusto personale. Per capire quale legno fa al caso nostro, però, bisogna capire bene la provenienza di certi materiali e le loro caratteristiche principali, così da raggiungere una consapevolezza che riesca a farci scegliere in totale libertà.

Il legno di pino

Il legno di albero di pino è un legno morbido e tenero, spesso resinoso e con nodi di varie dimensioni in base all’albero di origine. E’ particolarmente adatto per infissi di interni, per porte e finestre esterne, e si abbina bene agli ambienti rustici, shabby e tradizionali. Il legno di pino può essere lasciato al naturale oppure lavorato con vernici e coprenti.

Niangon

Il famoso e rinomato legno Niangon è un materiale pregiato appartenente alla grande famiglia dei “mogani“, legni molto compatti e duri, resistenti e con una grande durevolezza nel tempo. Solitamente di ottimo pregio e qualità, è possibile impiegarlo sia per interni che per porte e infissi esterni. Per quanto riguarda le finestre è preferibile l’uso di legno lamellare.


Il legno Douglas

Si tratta di uno dei legni più resinosi e ricchi di elementi. Il Douglas è anche decisamente compatto e ha una buona durata nel tempo. Anch’esso è adatto sia per interni che esterni e può essere trattato con tinture oppure lucidato per un effetto moderno.

Castagno

Si tratta di uno dei migliori legni da costruzione, da rifiniture e da infissi, e sicuramente uno di quelli che ha una maggiore durevolezza nel tempo. E’ utilizzato per interni ed esterni e la sua caratteristica principale è una lunga venatura, presenta di tannino ed è consigliato spesso per stili rurali, case di campagna e rustici.

Legno di rovere

Il legno di rovere è il legno più duro in assoluto con in quale realizzare infissi, ha infatti una durata nel tempo maggiore rispetto alla maggior parte degli altri materiali utilizzati per interni ed esterni. Può essere leggermente tinto o lucidato trasparente ed è usato spesso per le finestre, dove è consigliato installarlo in modo lamellare.

Legno Okoumè

L’okoumè è uno dei legni più teneri e morbidi da utilizzare in casa. E’ infatti adatto esclusivamente per porte interne a causa della sua anima facilmente modellabile ma meno resistente. Il suo punto di forza è però, oltre alla facilità di scolpitura e lavorazione, la sua predisposizione particolare alla laccatura. E’ un legno dalla fibra compatta, per questo quando è utilizzato per infissi come finestre è consigliato un lamellare.